Date:giugno 26, 2020
Cortili ad Arte

Cortili ad arte è un evento che si sviluppa nell’ambito delle manifestazioni estive promosse dalla Città di Torino con il format “Torino cielo aperto”.

Cortili ad arte 2020 è un evento che si sviluppa nell’ambito delle manifestazioni estive promosse dalla Città di Torino con il format “Torino cielo aperto”.

L’iniziativa, promossa dalla Città di Torino, sostenuta dalla Fondazione per la Cultura e realizzata dalla  Fondazione Contrada Torino ONLUS, in collaborazione con le Circoscrizioni, l’ATC, gli enti ed associazioni di  territorio, consiste nell’attivare delle modalità attraverso le quali, anche in ragione dell’emergenza Covid 19, si possano sperimentare proposte creative con metodi di fruizione innovativi.

La Città di Torino, nell’ottica della valorizzazione della cultura come elemento di aggregazione, e per semplificare la possibilità delle cittadine e dei cittadini di poter avere accesso a iniziative culturali e di creazione di comunità, oltre all’utilizzo di spazi pubblici e aperti,  intende sperimentare un nuovo tipo di iniziative su spazi insoliti o non solitamente destinati ad attività culturali, di spettacolo e di intrattenimento, creare iniziative diffuse a livello microurbano, valorizzando iniziative artistiche e culturali all’interno dei cortili condominiali privati e di edilizia residenziale pubblica.

La novità consiste nel creare un ingaggio delle realtà culturali territoriali che vedano protagonisti non solo gli artisti, ai quali si offre per altro la possibilità di riattivarsi, ma anche le comunità cui vengono destinate le performance.

Nelle 8 circoscrizioni sono stati schedati circa 220 cortili tra cui quelli indicati dalla Agenzia Territoriale per la casa ATC.

All’interno dei cortili condominiali individuati, che sono compatibili con l’organizzazione di iniziative culturali e di intrattenimento potenzialmente rivolte ad un elevato numero di residenti, saranno organizzate iniziative di natura culturale, ricreativi, sociali e/o di intrattenimento, sostenibili anche dal punto di vista ambientale.

L’operazione di selezione definitiva sarà effettuata su due livelli: una chiamata pubblica rivolta agli artisti e artiste ed una richiesta di adesione ai condomìni coinvolgendo in questa operazione le Circoscrizioni e gli amministratori/ici. Tali iniziative, anche replicabili negli anni, dovranno valorizzare la partecipazione alla costruzione del programma con i comitati di inquilini e i condomìni, privilegiando contemporaneamente le realtà culturali operative sul territorio di prossimità e la relazione che essi possono instaurare al fine di creare un’opportuna fidelizzazione nella creazione di nuovi pubblici.

N.B.: il 01/07/2020 è stata apportata dall’ente organizzatore al bando la seguente modifica: 

da
Non possono partecipare al presente avviso:
– soggetti che costituiscano articolazione di partiti politici;
soggetti che abbiano pendenze penali in corso, con particolare riferimento a danni contro il patrimonio pubblico, salvo deroghe o sospensioni previste dalle leggi vigenti
a
Non possono partecipare al presente avviso:
– soggetti che costituiscano articolazione di partiti politici;
soggetti che abbiano pendenze penali specificatamente riferite a danni contro il patrimonio pubblico, salvo deroghe o sospensioni previste dalle leggi vigenti.

 

BANDO “CORTILI AD ARTE” DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AUTODICHIARAZIONE

SCHEDE TECNICHE CORTILI

 

  • FAQ

    1.Nel bando è indicato che “non potranno essere presentate più proposte da uno stesso soggetto.” ma indica anche che “Possono altresì partecipare singoli o gruppi informali purché in partenariato con le realtà di cui sopra.” chiedo dunque: se ad esempio, un’associazione o un ente, presenta un progetto, e inserisce come partner un’associazione che ha presentato un progetto indipendente – è possibile? ad esempio: la mia associazione/compagnia presenta un progetto, ma un’altra associazione ne presenta un altro dove tra i collaboratori/ partner c’è la nostra associazione;
    Si è possibile. Non possono però essere presentate più proposte come capofila.

    2. Numero di soggetti impegnati: si possono includere altri partner al progetto presentato, come altre associazioni per esempio, e/o artisti singoli per ogni evento?
    Nel caso ci fossero appunto diversi eventi proposti – come richiesto infatti si parla di calendario di attività – devono essere indicati tutti gli artisti coinvolti?

    Si.

    3. Può esserci multidisciplinarietà nella proposta presentata? Ad esempio, se l’associazione si occupa di teatro, può presentare una proposta che preveda nel calendario delle attività, anche videoproiezioni, danza, musica? 
    Si.

    4. A pagina n. 4 del bando, nel paragrafo “cortili e calendario” dice tra parentesi: “Relativamente al calendario questo dovrà essere anticipato nelle proposte di progetto, specificando il numero di eventi previsti (da minimo 4 a massimo 6)”– quindi il minimo degli eventi sono 4 e il massimo 6? Se così, sono contemplate repliche per ogni singolo evento: es.  vengono proposti 4 spettacoli teatrali, quindi 4 eventi: possono essere replicati?
    Si.

    5. A pagina 3. “Criteri di valutazione – caratteristiche generali qualitative e temporali”: che si intende per temporali?
    Si intende quante repliche dell’attività si propongono.

    6. È auspicabile che il progetto si sviluppi in tutto l’arco temporale previsto (dal 15 luglio al 30 settembre) oppure bisogna determinare un periodo, ad esempio due settimane di attività. Se si deve prevedere un periodo lungo, è possibile elencare alcuni/diversi spazi per la concessione?
    Bisogna determinare un periodo la cui durata è a scelta del proponente.
    Si possono elencare gli spazi preferenziali, tenendo conto che questi sono in fase di definizione e in attesa di adesione ed estrazione.

    7. Livello di coinvolgimento delle comunità : – modalità di coinvolgimento dei residenti: quindi della circoscrizione? – modalità di coinvolgimento del territorio:sempre legata al quartiere/circoscrizione?
    Coinvolgimento della comunità dei residenti quindi dei condòmini. Territorio: isolato, quartiere, circoscrizione

    8. La partita iva è fondamentale per partecipare o sarà motivo di minor punteggio?
    Non è fondamentale e non costituisce elemento di punteggio.

    9. È possibile trovare altri fondi per finanziare le attività? Le attività potranno essere a pagamento o a offerta per l’associazione o altre forme contributive?
    Il finanziamento delle attività è quello offerto dal bando. I proponenti possono trovare fondi ma devono essere autorizzate dalle Fondazione e compatibili con le finalità di Cortili Ad Arte, ovvero non essere collegati ad un attività commerciale e quindi esclusivamente di tipo mecenatistico.

    10. in merito all’allegato 2 – “Autocertificazione”: ALLEGA DI SEGUITO LA DELEGA DI CAPOFILA SOTTOSCRITTA DA TUTTI I COMPONENTI DEL GRUPPO – non ci è chiaro chi deve firmare/sottoscrivere la delega.
    La delega deve essere sottoscritta da tutti i componenti del gruppo.

    11. Per gli allegati: nel bando c’è  il punto g) Curricula del capofila e-o legale rappresentante e dei componenti del gruppo con breve descrizione delle iniziative già realizzate sul territorio; corrisponde al punto dell’allegato 1. Che dice: ● Breve elenco delle esperienze pregresse di organizzazione di progetti analoghi? Va inviato il cv il cv del capofila? In questo caso del rappresentante legale o dell’associazione o di tutti gli artisti coinvolti, anche di altre realtà e non della stessa associazione?
    Vanno presentati tutti i curricula: del capofila, del legale rappresentante e dei componenti del gruppo.

    12. Proponiamo un calendario di 9 incontri di 3 ore ciascuno di cui 3 a luglio, 3 ad Agosto e 3 a Settembre.
    Sono previsti da un minimo di 4 ad un massimo di 6 eventi .
    13. Nei 3 incontri, ogni mese sarà dedicato ad una tecnica teatrale diversa attraverso uno spettacolo e 2 laboratori tematici. Quanto potrebbe essere il contributo economico per questo?
    Il budget massimo previsto è di € 4.000,00 lordi. Nel caso in cui i proponenti, sempre nel limite del budget, volessero implementare gli eventi hanno facoltà di segnalarlo.
    14. A quanto ammonta il contributo per le spese sulla sicurezza: mascherine, igenizzante ecc  per tutti gli incontri?
    Le spese sono a carico dell’ente e variano in base al tipo di evento.
    15. Nel caso in cui la nostra proposta sia idonea,in quanto Associazione culturale no profit senza partita IVA con solo il codice fiscale,  come è previsto il pagamento? E’ possibile con “Nota sostittutiva di fattura, come soggetti fuoricampo IVA”?
    Si è possibile ricevere il pagamento con questa modalità.
    16. Riguardo la dicitura “di tutti i componenti del gruppo” che viene riportata in varie parti del bando. Noi come associazione raggruppiamo quarantadue musicisti, se facciamo una proposta per sei eventi con tutti i nostri organici al completo dobbiamo far firmare tutti? Normalmente quando presentiamo domande a vari Enti esibiamo solo la firma e i documenti del presidente.
    La dicitura tutti i componenti del gruppo rimane valida in quanto suggerita dalla possibilità di gruppi interdisciplinari e di realtà associative diverse. Tuttavia nella fattispecie trattandosi di realtà musicale con un gran numero di partecipanti non sarà a pena di esclusione la presentazione dei documenti sottoscritti dal solo presidente.
    Facciamo notare, a beneficio di altri partecipanti, che le attuali indicazioni ministeriali relative al mantenimento delle distanze personali suggeriscono una densità di artisti bassa. A titolo esemplificativo si fa notare che un cortile di 100 mq disponibili con le attuali indicazioni di 4 mq a soggetto (2 m lineari di distanza tra soggetti) determinano una densità massima di 25 soggetti.
    17. È possibile partecipare come gruppo di cittadini che non fanno parte di alcuna associazione o ente?

    I gruppi informali possono partecipare ma insieme con un’associazione, una fondazione, un ente costituito.
Privacy Policy Cookie Policy